Paralisi cerebrale

Paralisi cerebrale è il nome dato a un folto gruppo di disturbi motori che iniziano all’inizio della vita e derivano da lesioni cerebrali non progressive (che non peggiorano nel tempo). Alcuni bambini con paralisi cerebrale hanno anche disturbi dell’apprendimento, della vista, dell’udito e del linguaggio. Le lesioni cerebrali che producono paralisi cerebrale possono verificarsi prima, durante o dopo la nascita. Sebbene la lesione cerebrale specifica che causa la paralisi cerebrale non peggiori, i problemi di movimento prodotti dalla lesione possono variare nel tempo.

Nella maggior parte dei casi di paralisi cerebrale, la causa esatta non è nota. Alcune possibilità includono anomalie dello sviluppo del cervello, lesioni cerebrali al feto causate da bassi livelli di ossigeno (asfissia) o cattiva circolazione, infezione e trauma.

Esistono quattro tipi base di paralisi cerebrale:
Spastica (movimento rigido);
Diskinetic (movimento involontario e incontrollato);
Atassica (scarsa coordinazione ed equilibrio);
Mista (combinazione di questi tipi).
La paralisi cerebrale si verifica con una media di 1-2 casi su 1.000 nati vivi, con il più alto rischio tra neonati prematuri, a basso peso alla nascita (peso alla nascita inferiore a 1.500 grammi) e gravidanze a gestazione multipla (gemelli, terzine, ecc.) .

I primi segni di paralisi cerebrale di solito compaiono prima dei tre anni. I bambini con paralisi cerebrale sono spesso lenti a raggiungere traguardi dello sviluppo come imparare a rotolare, sedersi, gattonare, sorridere o camminare.
 
TRATTAMENTO
Non esiste una terapia standard che funzioni per tutti i pazienti. I farmaci possono essere utilizzati per controllare le convulsioni e gli spasmi muscolari, apparecchi speciali possono compensare lo squilibrio muscolare. Si può far ricorso a interventi chirurgici, ausili meccanici per aiutare a superare menomazioni, consulenze psicologiche per bisogni emotivi e alla terapia fisica, del linguaggio e comportamentale.
 
PROGNOSI
In questo momento, la paralisi cerebrale non può essere curata, ma a causa della ricerca medica, molti pazienti possono godere di un’esistenza quasi normali se i loro problemi neurologici sono gestiti correttamente.
 


 

I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all’altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.

5x1000


Il 5×1000 alla Fondazione BRF: aiuta la ricerca psichiatrica per salvare vite umane