Neurioma acustico

L’ottavo nervo cranico, noto anche come nervo uditivo o vestibolococleare. All’interno del meato acustico interno il nervo si divide nelle componenti vestibolare e cocleare. La componente cocleare è responsabile della trasmissione di informazioni sull’udito mentre quella vestibolare è responsabile dell’equilibrio.

Un neurioma acustico è un tumore benigno che si sviluppa quando le cellule specializzate (Schwann) che circondano la componente vestibolare del nervo uditivo, crescono in maniera anormale nel canale uditivo interno. Il tumore se non trattato, può crescere nel canale uditivo e arrivare fino al cervello.

I neuromi acustici generalmente crescono lentamente, quindi i sintomi si sviluppano gradualmente. Sebbene i tumori non siano cancerosi, possono diventare potenzialmente letali se diventano così grandi da premere sulle strutture cerebrali che controllano le funzioni vitali del corpo.

Le persone con una malattia ereditaria chiamata neurofibromatosi hanno un rischio maggiore di sviluppare neuromi acustici anche su entrambi i lati della testa.

Poiché il tumore cresce così lentamente, i sintomi sono possono essere male interpretati. I primi e più comuni sintomi di un neuroma acustico sono una graduale riduzione dell’udito in un orecchio e acufene, un suono squillante o rumoroso nell’orecchio.

Altri possibili sintomi che possono verificarsi, a seconda dell’entità del tumore, sono: vertigini, perdita di equilibrio o goffaggine paralisi facciale, intorpidimento o formicolio, mal di testa, sensazione di qualcosa che ostruisce l’orecchio o confusione mentale.

La maggior parte di questi tumori cresce lentamente, impiegando anni prima di diventare abbastanza grande da causare sintomi. Una volta diagnosticati, devono essere trattati e osservati attentamente.

 

TRATTAMENTO

Occasionalmente, i medici potrebbero non raccomandare alcuna azione oltre al monitoraggio regolare. Questo perché un neuroma acustico in genere cresce a un ritmo lento nelle fasi iniziali. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, è necessario un trattamento. Le opzioni possono includere:

Chirurgia: le tecniche di microchirurgia vengono utilizzate per rimuovere il tumore. Tuttavia, gli effetti collaterali possono includere perdita dell’udito e danni ai nervi facciali.

Procedura stereotassica: un dispositivo non invasivo che dirige la radiazione gamma sul tumore. Gli effetti collaterali possono anche essere sperimentati con questa procedura.

 

Tutti i pazienti richiederanno uno stretto follow-up. I pazienti e i loro medici devono prestare molta attenzione alla perdita dell’udito, all’equilibrio e alla debolezza dei muscoli facciali. Test dell’udito e risonanza magnetica verranno eseguiti periodicamente per valutare i cambiamenti nella crescita o nella nuova crescita.

 

PROGNOSI

I neuromi acustici non sono maligni e non si diffondono ad altre parti del corpo.

Tuttavia, alcuni neuromi non trattati possono crescere in modo molto aggressivo e causare danni gravi e permanenti ai nervi, all’orecchio e al tessuto cerebrale. Perdita dell’udito e problemi di equilibrio legati al tumore possono rimanere, anche dopo il trattamento chirurgico o radiologico. Se un neuroma acustico viene diagnosticato in anticipo, quando il tumore è piccolo, il trattamento ha maggiori probabilità di preservare l’udito.
 


 

I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all’altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.

5x1000


Il 5×1000 alla Fondazione BRF: aiuta la ricerca psichiatrica per salvare vite umane