Mielite trasversa

La mielite trasversa è un disturbo infiammatorio del midollo spinale che porta alla perdita di potenza muscolare, a formicolio e disfunzione della vescica e dell’intestino. Può verificarsi da sola o in combinazione con malattie in altre parti del sistema nervoso. Tra le sue cause più frequenti la demielinizzazione, cioè la perdita di tessuto adiposo attorno ai nervi. Sintomi simili possono verificarsi anche nell’ischemia del midollo spinale (perdita del flusso sanguigno). È raro, ma si verifica sia negli adulti che nei bambini.

Quasi tutti i pazienti sviluppano debolezza delle gambe con vari gradi di gravità, in meno casi si sperimentano problemi alle braccia. La progressione verso l’immobilità può essere rapida e i pazienti possono ritrovarsi immobili entro poche ore o giorni dall’insorgenza dei sintomi.

La diagnosi viene effettuata utilizzando una combinazione di esame clinico e indagini come la risonanza magnetica del midollo spinale. Nella maggior parte dei pazienti, saranno necessari esami del sangue e una puntura lombare prima di trovare una causa definitiva.

La mielite trasversa può manifestarsi anche come conseguena di una complicazione di disturbi come la neuromielite optica, la sclerosi multipla, il vaiolo, il morbillo o la varicella.

 

TRATTAMENTO

Il trattamento dipende dalla causa sottostante e primaria e può includere l’uso di steroidi per via endovenosa e altri farmaci per sopprimere l’infiammazione. Il dolore e lo spasmo possono essere trattati con farmaci se si verificano.

 

PROGNOSI

La prognosi è variabile ma nella maggior parte dei casi ci sarà qualche compromissione residua nella funzione degli arti. Alcuni individui possono presentare deficit minori o non manifestarne affatto, mentre altri possono presentare deficit motori, sensoriali e sfinterici significativi.
 


 

I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all’altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.