Encefalite

L’encefalite è un’infiammazione del cervello, solitamente causata da un’infezione virale. Sebbene raro, è potenzialmente pericoloso per la vita e può portare a danni cerebrali permanenti o morte.

 

Diversi virus possono causare encefalite, incluso il virus dell’herpes simplex (HSV – che causa anche herpes labiale) e gli enterovirus. In alcuni casi, le infezioni sono causate da punture di zanzare (ad esempio l’encefalite della Murray Valley, nota anche come encefalite australiana; encefalite equina). Una forma più lieve di encefalite può anche accompagnare alcune delle comuni malattie infantili come la varicella, il morbillo, la parotite e la rosolia.

I sintomi possono includere febbre alta e mal di testa, accompagnati da torcicollo, vomito, sensibilità alla luce e convulsioni. I pazienti possono anche essere assonnati o confusi e difficili da risvegliare. Nei bambini, potrebbe esserci un rigonfiamento nella fontanella.

Molti di questi sintomi si verificano anche in altre malattie (ad esempio emicrania), quindi la presenza di febbre è un’indicazione importante.

 

TRATTAMENTO

La maggior parte dei pazienti è ricoverata in ospedale e il trattamento dipenderà dalla diagnosi della causa. Possono essere prescritti medicinali anti-virali o antibatterici, insieme ad altri farmaci per alleviare i sintomi, come corticosteroidi per ridurre l’infiammazione, anti-convulsivi e farmaci per alleviare il dolore.

 

PROGNOSI

La prognosi per una persona con encefalite varia a seconda dell’età del paziente (i bambini e gli anziani sono particolarmente a rischio) e a seconda del virus che ha causato la malattia. Molte persone si riprendono completamente mentre nei casi più gravi la malattia può essere fatale o provocare danni al cervello.
 


 

I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all’altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.