Osservatorio Suicidi

Ogni anno in Italia assistiamo in media a circa 4mila suicidi. Questo vuol dire che nel nostro Paese ogni dieci anni scompare una città di quasi 40mila abitanti.

I dati attualmente disponibili non sono correntemente aggiornati, tanto che l’ultimo Annuario Statistico dell’Istat pubblicato nel 2021 contiene dei dati relativi al 2018, quando si sono osservati 3.789 suicidi (6,3 ogni 100 mila abitanti). Impossibile, invece, avere numeri relativi ai tentativi di suicidio.

Ed è proprio per tale grave mancanza che nel 2019 l’Istituto Superiore di Sanità ha sottolineato l’esigenza di creare un organo che monitori questo fenomeno, annunciando l’attivazione dell’Osservatorio epidemiologico suicidi e sui tentativi di suicidio (Oestes). All’annuncio, però, non è seguito alcun atto concreto.

 

La Fondazione BRF – Istituto per la Ricerca in Psichiatria e Neuroscienze, proprio per via della mancanza assoluta di dati aggiornati, ha istituito durante la prima ondata della pandemia di Covid-19 un Osservatorio Suicidi Covid-19, monitorando gli atti suicidari in base alle notizie di cronaca.

Lo studio pilota – per quanto abbia solo un valore indicativo e non scientifico – è stato particolarmente apprezzato dalle Istituzioni e in particolar modo dal Ministero della Salute: parliamo, infatti, di numeri preoccupanti e, per questo, da tenere quotidianamente sotto controllo.

Proprio per tale ragione dal primo gennaio 2021 la Fondazione BRF per colmare per quanto possibile il vulnus dei dati mancanti ha deciso di aprire un Osservatorio Suicidi permanente capace di monitorare, in base ad un’attenta analisi delle notizie di cronaca (locali e nazionali), gli atti suicidari tentati e quelli tragicamente conclusi.

 

Tale monitoraggio è fondamentale, soprattutto in questo periodo di estrema fragilità che spesso non trova alcuna attenzione da parte delle Istituzioni. Al di là dei singoli casi, infatti, gli studi scientifici dimostrano che ogni qual volta siamo vittime di pandemie, crisi economiche, emergenze internazionali e cataclismi assistiamo anche a un incremento dei disturbi di natura mentale che possono portare, nei casi più estremi, a idee di autosoppressione. Avere un quadro della realtà aggiornato è vitale per elaborare strategie e soluzioni in risposta a questa silenziosa, strisciante e dolorosa epidemia che colpisce ogni giorno il nostro Paese.

 

Dal primo gennaio 2022 si contano:

SUICIDI: 351

TENTATI SUICIDI: 391

  • Suicidi

  • Tentati Suicidi

GENNAIO

Suicidi: 34

Tentati suicidi: 47

Suicidi

Nord Italia: 11

Centro Italia: 5

Sud Italia: 18

Tentati suicidi

Nord Italia: 8

Centro Italia: 24

Sud Italia: 15

FEBBRAIO

Suicidi: 25

Tentati suicidi: 45

Suicidi

Nord Italia: 9

Centro Italia: 6

Sud Italia: 10

Tentati suicidi

Nord Italia: 11

Centro Italia: 20

Sud Italia: 14

MARZO

Suicidi: 31

Tentati suicidi: 37

Suicidi

Nord Italia: 17

Centro Italia: 6

Sud Italia: 8

Tentati suicidi

Nord Italia: 13

Centro Italia: 15

Sud Italia: 9

APRILE

Suicidi: 39

Tentati suicidi: 54

Suicidi

Nord Italia: 10

Centro Italia: 13

Sud Italia: 16

Tentati suicidi

Nord Italia: 17

Centro Italia: 18

Sud Italia: 19

MAGGIO

Suicidi: 66

Tentati suicidi: 55

Suicidi

Nord Italia: 21

Centro Italia: 16

Sud Italia: 29

Tentati suicidi

Nord Italia: 17

Centro Italia: 16

Sud Italia: 22

GIUGNO

Suicidi: 44

Tentati suicidi: 49

Suicidi

Nord Italia: 20

Centro Italia: 8

Sud Italia: 16

Tentati suicidi

Nord Italia: 16

Centro Italia: 15

Sud Italia: 18

LUGLIO

Suicidi: 57

Tentati suicidi: 50

Suicidi

Nord Italia: 23

Centro Italia: 16

Sud Italia: 18

Tentati suicidi

Nord Italia: 16

Centro Italia: 17

Sud Italia: 17

AGOSTO

Suicidi: 55

Tentati suicidi: 54

Suicidi

Nord Italia: 22

Centro Italia: 17

Sud Italia: 16

Tentati suicidi

Nord Italia: 17

Centro Italia: 18

Sud Italia: 19