Fondazione BRF utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito

Nuove tecnologie informatiche: vantaggi e rischi

A Livorno, martedì 24 maggio.

Le nuove tecnologie informatiche hanno creato un mondo di totale connessione con vantaggi evidenti e rischi nascosti: in particolare l’uso dei dati personali e nuove dipendenze. L’incontro ha lo scopo di mettere a “fuoco con sufficiente lucidità e chiarezza i problemi etico-filosofici che questa trasformazione antropologica comporta. In questo senso la scuola e i suoi operatori culturali sono sollecitati ad elaborare qualche criterio di orientamento valoriale (una sorta di “aviso ai naviganti”) rivolto ai giovani, che sono i più attratti e i più entusiati utilizzatori della tv e di internet, ma anche i più esposti alla videocrazia e all’internetmania. Per questo gli insegnanti sono chiamati ad elaborare schemi interpretativi finalizzati alla comprensione delle trasformazioni in atto nella società contemporanea e a formulare ipotesi, come compito scientifico e morale sul futuro della formazione scolastica partendo dall’osservazione e dall’approfondimento attento ai mutamenti del sistema sociale che sono direttamente riconducibili all’affermazione delle nuove tecnologie”. Giuseppe Deina

Prof. Giuliana Ficini - Dirigente Scolastico IT IS Galilei Livorno
Prof. Franco Turini - Direttore Dipartimento Informatica , Università di Pisa
Prof. Donatella Marazziti - Resp. del laboratorio di Psicofarmacologia della sez. di
Psichiatria del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale , Università di Pisa
Dott.ssa Sibilla Vanni - Psicologa in disturbi dell’apprendimento e tutor dell’apprendimento
resp. del servizio di supporto allo studio di Livorno

Redazione