Fondazione BRF utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito

La settimana del cervello

Il 15 marzo saremo a Barga per un incontro con gli studenti, e il 19 a Lucca 

"Le dipendenze non farmacologiche. L’ultima epidemia del nuovo millennio" è questo il tema dell'appuntamento che abbiamo riservato per gli studenti dell’Istituto Superiore d’Istruzione di Barga martedì 15 marzo dalle 10.30 alle 12. L'incontro si inserisce nella settimana del cervello, che si terrà in tutta Italia dal 14 al 20 marzo, ed è volta a sensibilizzare l'opinione pubblica a riguardo. 

"Le dipendenze principali - spiega Donatella Marazziti, Responsabile Ricerche della Fondazione BRF Onlus -, quelle più conosciute ed indagate, sono relative ai disturbi da uso di sostanze psicoattive. Nel corso degli ultimi decenni si è progressivamente affermato un diverso gruppo di dipendenze cosiddette 'comportamentali'. Entrambe le dipendenze sono accomunate da fenomeni analoghi, quali craving, assuefazione, tolleranza, astinenza, ma le seconde sono ancora poco conosciute e le terapie posposte sono poche o nulle. In questo incontro faremo in modo di spiegare le 'nuove dipendenze', o 'dipendenze senza sostanza', che si riferiscono a una vasta gamma di comportamenti anomali: tra esse le più rilevanti sono il gioco d'azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la dipendenza da TV, da internet, da social networks, da videogiochi, la dipendenza dal lavoro, le dipendenze dal sesso e dalle relazioni affettive, alcune devianze del comportamento alimentare come l'ortoressia o dell'allenamento sportivo come la sindrome da overtraining. L'incremento delle conoscenze psicopatologiche, cliniche e neurobiologiche sarà infatti fondamentale per potenziare azioni preventive e strategie terapeutiche".


Redazione



matassa