Fondazione BRF utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito

BDNF e Disturbo Bipolare

Diminuzione dei livelli plasmatici del brain-derived neurotrophic factor (BDNF) durante gli episodi misti del disturbo bipolare 

Il Brain-derived neurotrophic factor (BDNF) è una neurotrofina coinvolta nella neurogenesi e nella neuroplasticità. Durante gli stati depressivi e maniacali acuti sono stati trovati livelli ematici diminuiti di BDNF. Per questo la BDNF è stata proposta come un biomarker nelle fasi di malattia dei disturbi dell'umore. Non sono disponibili informazioni per quanto riguarda i livelli di BDNF durante gli stati misti del disturbo bipolare (BD), ma lo scopo di questo studio è quello di valutare i livelli di BDNF durante gli episodi misti di pazienti BD e confrontarli con quelli di soggetti sani e pazienti depressi.

I livelli plasmatici di BDNF sono stati misurati mediante saggio ELISA in 18 pazienti con episodio depressivo maggiore (MDE), 19 pazienti con episodio misto (ME) e 15 soggetti sani (HS). E i risultati ottenuti sono i seguenti: Livelli di BDNF erano significativamente più alti in HS, rispetto a campioni dei pazienti (SA vs. MDE pazienti: p <001; HS vs pazienti ME: p = .022). Non sono state riscontrate differenze significative tra i livelli di BDNF di ME e pazienti MDE. La gravità della malattia valutata da CGI-S è stata significativamente più alta nei ME che nei pazienti MDE (p = .01).

La piccola dimensione del campione può aver indebolito il potere di analisi statistiche. Tutti i pazienti hanno ricevuto stabilizzatore dell'umore e trattamenti antidepressivi che sono stati segnalati per influenzare i livelli di BDNF periferici.

Si può concludere che i nostri risultati sono coerenti con gli studi precedenti, e mostrano un BDNF ridotto durante entrambi gli episodi depressivi e maniacali. Questa scoperta sostiene il ruolo di BDNF come stato-marcatore di episodi di umore, e può rappresentare un contributo ad un modello di approccio unitario tra unipolare e BD, nonché rispetto al modello spettro maniaco-depressivo.

Scarica l'intero studio da questa pagina


Sinapsi